DRAM – Distanze Ridotte Al Minimo

domenica 2 febbraio ore 21,00

Ispirato alle diverse anime della musica suonata nella lunga attività dei musicisti che ne fanno parte, Il concerto propone brani originali di generi piuttosto diversi tra loro, come suggerisce il nome della band, accomunati da testi mai banali e da una ritmica trascinante. Si passa dalle atmosfere surf di “Tempi sbandati” e “Moreno” a composizioni di sapore jazzistico come “Fino a che…” e “Svegliati”; al tango de “Il Colonnello” o alla rumba con testo italo-americano di “So beautiful”; a reminiscenze di Bo Diddley in “Volo libero” e alle trascinanti ritmiche latin di “Ti scarichi le App” e “Mi fiderò di te”; al R&B di “Forse”, e al rock tagliente di “Mai più”; alla disco-funky di “Le tue parole” fino al toccante omaggio a Milano e ai suoi milanesi a tempo di valzer con citazioni in dialetto, di “Se ghè?”.

Una varietà di atmosfere dunque, create con maestria e  divertimento dai tre componenti della band:
Dario Paul Lerany  basso, chitarra acustica e voce
Frank Martin Farina – chitarre elettriche e voce
Gino Picapel Carravieri – batteria, percussioni e voce

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Concerti. Contrassegna il permalink.