FAMIGLIA

sul fascismo e altre calamità

venerdì 21 febbraio ore 21,00

Melodramma contemporaneo a modo de grottesco – quasi un romanzo –

di e con
Norberto Presta

Un funerale in un quartiere di Buenos Aires, nella casa d’una famiglia di
immigranti italiani. Una donna che rimane sola, senza famiglia, nessuno che le dica
quello che deve fare. Un cugino che non arriva. Più per curiosità che per amicizia
alcuni vicini le fanno compagnia in questa serata definitiva. Lei accoglie i visitatori
con biscotti da lei fatti, con le sue acque aromatizzate e i suoi misteri. Poco si sa di
quella famiglia riservata che è stata ridotta gradualmente, fino a rimanere solo lei, lei
sola. Lei che ha finalmente con chi parlare, che vuole approfittare della
presenza dei vicini per raccontare ciò che non aveva mai confessato.

Norberto Presta interpreta Martita, una donna che rinuncia a tutto sedotta dalla
nostalgia per un passato che non gli appartiene, intrappolata in uno stile di vita che
accetta come unico, oppressa da un’ideologia che non può nemmeno riconoscere.
Perché? Per ignoranza? Per ingenuità? Per paura? Per amore?

Questa voce è stata pubblicata in Spettacoli. Contrassegna il permalink.